Home page -Comunicazioni Questo blog non rappresenta un testata giornalistica e non viene aggiornato periodicamente – raccoglie opere © di francesco zaffuto – ed è collegato in rete con i blog:

Strage di Natale


25 – dicembre – 1984 - Ricordo che quel Natale assunse una amarezza tutta particolare, non eravamo colpiti direttamente per un lutto familiare, ma quella notizia aleggiava nell’aria. Scrissi queste parole e le lessi a mia moglie giusto per respirare.

Strage di Natale

Come era il volto di chi ci ha regalato questo Natale di sangue?
Aveva anche lui braccia
gambe
due occhi
un cuore?
Seppe bere anche lui
dell’acqua o del vino
quella sera e la sera appresso?
Fu anche lui partorito da una donna?
Possibile che ora sia stanco?
Dorma?
Sogni?
Respiri?
Pensi?
O nessun pensiero lambisce la sua mente?
Il nulla capace di prendere forma
divenire una cosa ed esplodere con un boato
portando via ogni desiderio d’amore.

Ci resta il livido del dolore
un mal riposto senso di stanchezza
l’oppressione di essere uomini.

Poi chetando l’affanno
ripercorriamo
la strada del cercare
con i demoni chiusi nella valigia
per portarli in una fossa lontana
lontana dal pane
dalle acque
lontana dalla fronte dei nostri figli

25/dicembre/ 1984

Sull’assoluzione (14 aprile 2015)  del presunto mandante cosa dire: la legge deve condannare se ci sono prove, la coscienza deve sempre interrogarsi.


Poesia tratta dalla raccolta “Altra età” di Francesco Zaffuto (1976/1978),  chi vuole 
Chi vuole ordinare la raccolta in forma di libro clic su Altra età

2 commenti:

  1. Caro Francesco, non ricordavo nulla di tutto questo!
    Come sempre devo ringraziarti di quanto qui da te imparo.
    Ciao e buona giornata caro amico.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Me la ricordo quella strage, così come quella dell'Italicus. Splendide le tue doloranti parole, attonite davanti al dramma.

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.