Home page -Comunicazioni Questo blog non rappresenta un testata giornalistica e non viene aggiornato periodicamente – raccoglie opere © di francesco zaffuto – ed è collegato in rete con i blog:

disperazioni


Alla fonte


Luci incastonate nel nulla
reggono alla fonte
L’acqua salata è fetida
E’ forse meglio berla
e riferir per nuova
o perire la sete?
La verità sta lì al fondo
Marciscono le membra
Fuori spira un vento secco
le foglie cadono quando la primavera arriva
Sembra assurdo il vero


Decisione

Ali di pioggia battute dal vento
illuminano l’aria intorno
Si perde il suono dei passi
Solo impronte scomposte sul fango dei viottoli
Con tanto di perduto
ricerco il tuo volto nel verde della primavera
Fragile novella
muta commedia senza trama
recitata ignorando la fine
temendola
Ora scoppia dentro
La notte fredda avanza
solitudine immensa
Quasi cogli la morte
precipitando
ti attacchi a un cespuglio
ti salvi guardando un fiore



Poesie tratte dalla raccolta Vento da queste parti di Francesco Zaffuto (1966/1969),  chi 
Per maggiori informazioni sulla raccolta

7 commenti:

  1. Nella ricerca del bene perduto non c'è disperazione ,ma si legge la speranza del domani aggrappata alle piccole cose.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. cara Cettina, si tratta di poesie giovanili, anche se per qualche aspetto qualcosa resta ...

      Elimina
  2. "ti attacchi a un cespuglio, ti salvi guardando un fiore" : abbiamo una grande forza in noi e ci basta poco per ritrovarla..
    Mi piace molto anche lo schizzo a penna che rappresenta l'Io.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. quello schizzo è fatto su un foglio di contabilità in partita doppia, ciao

      Elimina
  3. Caro Francesco, vedo che sei alla ricerca di qualcosa che non arriva mai!!!
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. caro Tomaso, si tratta di mia poesie giovanili, quasi mezzo secolo fa, ma la ricerca non cessa mai ...

      Elimina
  4. Un'anima capace di poetare con delicatezza e sentimenti intensi, la si vede sin dalla giovane età.
    Lo schizzo forse può ben rappresentare la disperazione, se per diperazione si intende un dolore cocente, ma le poesie hanno una vena pessimista forse, ma non disperata, al contrario c'è come un preannuncio di riscatto.

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.