Home page -Comunicazioni Questo blog non rappresenta un testata giornalistica e non viene aggiornato periodicamente – raccoglie opere © di francesco zaffuto – ed è collegato in rete con i blog:

Passaporto



PassaportoAbbiamo bisogno tutti
di un passaporto

Chi non ce l’ha
corra a farselo
...presto

Perfettamente vidimato
bollato
vistato
pronto per una terra lontana

E’ estremamente necessario
sia per il paradiso
che per l’inferno

Poesia tratta dalla raccolta Scritti selvaggi di Francesco Zaffuto (1976/1978)
Per maggiori informazioni sulla raccolta 
clic su raccolta di poesie “Scritti selvaggi”


Immagine – posto di frontiera

10 commenti:

  1. A volte dipendiamo da una carta bollata per essere chi siamo. Io preferisco il passaporto al paradiso.

    Vostri Scritti Selvaggi, molto lbellos.

    Saluti, fino a presto.

    RispondiElimina
  2. Siamo tutti sans papiers! Magari non lo sappiamo.

    RispondiElimina
  3. I participi passati ( vidimato, bollato...) rendono bene l'idea di ciò che è un nome. Come direbbe Pirandello, un'epigrafe funeraria. Eppure ne abbiamo bisogno per renderci riconoscibili.
    Ciao. Buona giornata.

    RispondiElimina
  4. Attualissima...
    Posso pubblicarla?

    RispondiElimina
  5. a Giovanna,
    se vuoi fallo pure.
    Ti chiedo solo il link di collegamento a questo blog.
    Saluti
    francesco

    RispondiElimina
  6. il recente malfunzionamento di blogger ha cancellato alcuni commenti che non riesco più a recuperare.
    a ferrigianna che mi aveva chiesto se poteva utilizzare questo post, volentieri, fallo pure, ti chiedo solo di inserore un link per la provenienza - ciao

    RispondiElimina
  7. Se un passaporto bastasse ad andare dove si crede... invece siamo forzatamente sottomessi, come la tua bella poesia fa intendere.
    Buona domenica Francesco. Qui piove e spero che tutti, non potendo folleggiare, vadano a votare. (che tristezza 'sto fatto)

    Sari

    RispondiElimina
  8. Non ce l'ho mai avuto,anche se prevedo che prima o poi dovrò procurarmelo,prima di passare a miglior vita o a chissà cosa,meglio conoscere il più possibile il nostro pianeta.

    Tutti i nodi vengono al pettine,forse è iniziato il viale del tramonto del caimano,anche se i danni rimarranno per molto tempo!

    RispondiElimina
  9. Il passaporto: una delle più buffe ma arroganti invenzioni della società. Non dovrebbe servire alcuna frontiera né alcun passaporto per muoversi o per farsi riconoscere come uomini.
    Comunque la poesia è molto bella!

    RispondiElimina
  10. Se sei di sinistra e antinuclearista,il 12-13 giugno sappiamo entrambi che fare!

    RispondiElimina

SI POSSONO INSERIRE RETTIFICHE E COMMENTI A QUESTO POST IMMEDIATAMENTE ED AUTOMATICAMENTE. CHI INSERISCE RETTIFICHE E COMMENTI LO FA SOTTO LA PROPRIA RESPONSABILITA’ – Il curatore di questo blog si riserva di cancellare rettifiche e commenti che possano contenere offese a terzi o appelli alla violenza. Grazie per ogni rettifica o commento che andate ad inserire. Quando posso e quando trovo qualche parola rispondo.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.