Home page -Comunicazioni Questo blog non rappresenta un testata giornalistica e non viene aggiornato periodicamente – raccoglie opere © di francesco zaffuto – ed è collegato in rete con i blog:

utopia



UTOPIA
Siamo andati a dormire
con gli occhi pieni della nostra città
Disegnata fra gli alberi
riposava sulle colline
modulando piana le sue linee
contornando leggera le anime




“Utopia” dalla raccolta Alla ricerca di un dopo
di francesco zaffuto

Altra età


Questa raccolta “Altra età” mette insieme una specie di scarno diario in versi in ordine cronologico come dei passi che corrono dai trenta ai sessanta anni. Velocemente dal dicembre del 1978 al gennaio 2009. Una raccolta che resta non conclusa, in sospeso come la vita stessa.
A margine di questa raccolta sono inserite un gruppo di poesie che ero incerto se chiamare preghiere o solitudini; ne ho iniziato la stesura nel 1999, ho voluto inserirle in questa raccolta sospesa perché non so quale potrà essere la mia ultima preghiera e il mio ultimo pensiero.
f.z.
.
Altra età - poesie – di Francesco Zaffuto © Copyright Aprile 2010   - pag. 70  € 10,00 + € 3,0 (spese spedizione)  per richiedere copia scrivere a zafra48@gmail.com

Canto alla terra - Ascoltando


Nella presente edizione sono inserite due distinte raccolte: Canto alla terra e Ascoltando.
.
Canto alla terra
quando smetteremo di essere dei voraci dinosauri riusciremo ad elevare un canto alla terra
La breve raccolta di poesie Canto alla terra l’ho iniziata nel 1978 e completata nel 1988. La dizione di “Canto” è impropria, sta solo ad indicare il filo conduttore della raccolta. (f.z.)
.
Ascoltando
La raccolta “Ascoltando” nasce da una mia esperienza di ascolto di alcuni brani sinfonici di Mahler. Questi versi non hanno alcuna pretesa traspositiva; sono soltanto parole e immagini che si producevano in me durante ripetuti ascolti di quei brani musicali. Il loro contenuto può essere lontano o vicino al senso di quella musica per un accidente del sentire umano.
I primi appunti risalgono al 1977, sono rimasti in un cassetto, e quando mi capitava di riascoltare quelle sinfonie, li riprendevo e subivano un qualche cambiamento. La decisone di chiudere la loro stesura l’ho presa nel gennaio del 2009.
I versi fanno riferimento:
alla sinfonia n. 7 “Canto della notte”
alla sinfonia n. 1 “Il gigante”
al primo movimento della sinfonia n. 5 “Funeral march”.
.
Canto alla terra – Ascoltando - poesie – di Francesco Zaffuto © Copyright Aprile 2010 € 8,00 + € 3,00 (spese spedizione) (pagamento tramite bonifico online o bollettino c/c postale inviato insieme alla copia) per richiedere copia scrivere a zafra48@gmail.com

Sparsi e dispersi


“Sparsi e dispersi” è una miscellanea di poesie tratte da diverse mie raccolte, stanno insieme come il percorso di una vita.
La definizione di sparsi vuole riferirsi ai versi, la definizione di dispersi è un riferimento esistenziale. (f. z.)


selezione antologica di poesie dal 1966 al 2010, tratte dalle raccolte: Vento da queste parti, Scritti selvaggi, Alla ricerca di un dopo, Canto alla terra, Ascoltando, Altra età, Preghiere o solitudini.

Sparsi e dispersi - poesie – di Francesco Zaffuto © Copyright Aprile 2010 € 10,00 + € 3,00 (spese spedizione) (pagamento tramite bollettino c/c postale inviato insieme alla copia) per richiedere copia scrivere a zafra48@gmail.com

Teatro dei burattini – Pulcinella tre


Pulcinella tre - tre brevi atti unici per il teatro dei burattini

Pulcinella tre - tre brevi atti unici per il teatro dei burattini - di Francesco Zaffuto © Copyright Aprile 2010 € 7,00 + € 3,00 (spese fotocopie spese spedizione) (pagamento tramite bonifico online o bollettino c/c postale inviato insieme alla copia) per richiedere copia scrivere a zafra48@gmail.com


per la versione fruibile in rete ecco i link





Questi tre brevi atti unici recitabili da burattini sono un ricordo molto caro del teatrino che si preparava in casa per i bambini.
Li abbiamo costruito insieme in casa con mia moglie e i miei figli, una battuta alla volta e adattati ai pupazzi che avevamo.
Lo scopo fondamentale era ridere un po’ insieme ai bambini e non era cosa di poco conto . (f.z.)