Home page -Comunicazioni Questo blog non rappresenta un testata giornalistica e non viene aggiornato periodicamente – raccoglie opere © di francesco zaffuto – ed è collegato in rete con i blog:

Considerazioni antiche su un funerale moderno


Considerazioni antiche su un funerale moderno

S’ iu ca ‘un sugnu Re di Roma
moru comu muriti vui,
partu pri iri a truvari li mortacci nostri e vostri,
e a lu funerali ci sunnu pri bastari
quattru parenti e quattru amici cari,
e sulu quattru juri ponnu stari
‘mpinti a lu casciuni a salutari.
Cu  nun era puliticu, viscuvu o  patrinu
 miraculi ‘un ni fici a lu camminu.
Lu signu di granni tombi e funerali,
quannu simu arrivati a lu fuiri,
nun sunnu pri li morti ma pri li vivi
c’ànnu a ristari sempri ‘mpinciuti a lu putiri.
A  la conclusioni di la cursa,
cu vali tantu e cu ‘un vali un cazzu
simu tutti un pugnu di cinirazzu.
Chi resta si la vita ni leva l’imbarazzu?
Cu pretenni di sapilrlu o ‘mbrogghia o è pazzu.
Cu sapi di lu beni e di lu mali
cerca armunia tra la testa e tra lu cori,
teni la manu attenta ni lu camminu
pri ‘un fari dannu a lu so vicinu,
 ‘un cerca gloria pi lu so muriri
mori di sula morti e accussi sia.


Da dentro


Da dentro

Non posso continuare
a parlare
di me in versi
Parlerò di voi
vi osserverò attento
da dietro un cespuglio
di rovi
dall’alto di un cumulo di pietre
da dentro un cimitero
da dentro un ospedale
da dentro un manicomio
da dentro un carcere
da dentro un ricovero per vecchi
da dentro un cumulo di macerie
di guerra
da dentro le ferite
da dentro le cancrene
rivedo di nuovo
me stesso e piango

Poesia tratta dalla raccolta “Alla ricerca di un dopo” di Francesco Zaffuto (1976/1978),  
Chi vuole ordinare la raccolta in forma di libro clic su “Alla ricerca di un dopo”

immagine - antica foto del bombardamento di Dresda